domenica 22 marzo 2009

I Verdi fanno pulizia



Verdi di nome e di fatto, ma fanno pulizia da immondizia da loro stessi creata.
I VerdiToscana.it hanno cancellato tutti i commenti all'articolo Scie chimiche: sai cosa sono?.

Piace pensare che alla fine si siano resi conto della figuraccia, magari qualche scappellotto arrivato da qualcuno della sede centrale del partito.
La povera autrice Maria Heibel si è beccata pure la tirata d'orecchie (a modo loro) da quelli di Perle Complottiste.

Più di 200 commenti fatti sparire, ma l'articolo resta. Ho pensato fosse brutto segno; in realtà nonostante il link sia ancora funzionante, l'articolo non è raggiungibile in altro modo, la funzione di ricerca sul sito stesso non lo indicizza...

Qualcuno un poco di vergogna deve averla provata.

Siccome io amo le archiviazioni e non sopporto le cancellazioni ipocrite, ne tengo traccia qui, mettendo il link alla pagina salvata un paio di giorni prima della pulizia. Ci sono 212 commenti (al 13 marzo).


La cantonata dei VerdiToscana (con i commenti)


Il 14 marzo ho scritto due commenti. Questi non sono stati pubblicati, immagino insieme ad altri.
Il 16 vengono pubblicati il commento di un insegnate di matematica e fisica (non è il fisico bestiale Penna! :) e di un pilota di alianti.
Di seguito tre commenti dell'autrice Maria Heibel che «chiude questa parentesi» (immagino con un poco i rossore in viso) e che sembrerebbe (?) voler girare la frittata, facendo finta di nulla, puntando il dito semplicemente sulle "disturbanti" scie degli aerei e l'inquinamento dovuto al traffico nei cieli.


Di seguito copio i miei due interventi censurati (se qualcun altro non si è visto pubblicare me lo dica che li aggiungo), e gli ultimi cinque.



Michele il 14/03/09:
Quello che è reale e che noi tutti possiamo vedere è il cambiamento della giornata dovuto al (se così vogliamo chiamarlo) traffico aereo!
Perchè smentire una cosa che vediamo e notiamo tutti?!
Perchè negare l’evidenza?
Tutti quanti [...] può notare questo cambiamento “climatico”.
E’ palese. Non c’è bisogno di dire che dobbiamo fare delle ricerche! cosa devo ricercare in internet? NOI VEDIAMO! e ci domandiamo cosa stiamo vedendo!! [...]
La Realtà è che le belle giornate di cielo azzurro diventano giornate bianche e poi grigie, al passaggio di molti aerei che rilasciano queste scie persistenti che si espandono e si uniscono e si compattano e si accumulano!


Ohssignur!!
Questo è un classico (su cui certi furbastri ci marciano per accalappiare l'ingenuo di turno), la confusione tra causa ed effetto.

Da parecchi milioni di anni (!) sulla Terra esistono le nubi. Tra queste ci sono le nubi alte stratificate (es. cirrostrati). Si formano in modo naturale da quando esiste l'atmosfera!
A me l'ha insegnato la maestra alle elementari il ciclo dell'acqua: quindi il riscaldamento del suolo ad opera del sole e l'evaporazione dell'acqua... Si vede che son stato fortunato ad avere quella maestra, mah...

Le condizioni per cui si creano ed esistono quelle nubi alte stratificate sono le stesse condizioni che fanno persistere le scie di condensa degli aerei. Strano eh, visto che quelle scie sempre nubi sono!

Causa/effetto.
NON sono le scie degli aerei a CREARE lo strato che "oscura" il sole.
Sono le condizioni favorevoli, che fan sì che si creino i cirrostrati e di conseguenza fan sì che anche le scie persistano.

Bisogna essere messi maluccio per non arrivarci da soli...
E magari di qualche ricerca c'è pure bisogno.

PS:
@ anonimo, mi fa piacere notare che un poco di pudore riesci ad averlo; dopo che qualcuno te lo ha fatto notare, adesso almeno non ti firmi più come ingegnere (quindi mentendo).




Michele il 14/03/09:
Io a suo tempo avevo fatto un esperimento per verificare se fosse realistico affermare, come vedevo fare spesso, che ci fossero scie quasi ogni giorno, per gran parte del giorno, incroci, ecc.

Il metodo è semplice e logico:
osserviamo il cielo.

Mi rendo conto di essere una persona strana, che non si accontenta delle sensazioni, dei racconti di cuggini, e che vuol capire e verificare.
Mi perdonerete :)




Giancarlo Albricci il 16/03/09:
Sono di formazione un fisico, insegno matematica e fisica nelle scuole superiori da molti anni e da molti anni mi trovo a confrontarmi in Rete come le “teorie” più fantasiose che vengono propagate senza filtri critici e senza i dovuti studi. Su questa faccenda delle fantomatiche scie chimiche non posso che complimentarmi con Gianni Comoretto per la pazienza infinita che dimostra nel replicare in modo educato e con dati scientifici agli argomenti inconsistenti dal punto di vista scientifico della parte “avversa”. A chi gestisce questo sito ho solo una domanda da fare: pensate che dare evidente prova di scarse o nulle sconoscenze scientifiche, dare spazio a fantomatici ed improbabili complotti, denigrare scienziati e persone competenti sia una cosa utile al movimento verde? io credo di no. Io ritengo che dimostrarsi degli assoluti incompetenti in modo così evidente possa solo far male a un movimento di questo tipo. Poi continuate pure a farlo se volete, ma non ci fate una bella figura.




Daniele Orlandi il 16/03/09:
Ciao, sono Daniele e sono un Pilota di alianti.
Secondo gli sciachimisti le scie chimiche vengono rilasciate a bassa quota. Io volo regolarmente tra i 1000 e i 2500 metri e oltre. Perché nelle 150 ore di volo che ho accumulato fin ora non ho mai visto un aereo scaricare scie alle mie quote? Perché non l’hanno visto tutti i miei colleghi piloti di aliante? E i miei amici piloti a motore? E i passeggeri dei voli di linea? E perché no, gli escursionisti di alta montagna?
Ve lo dico io perché: perché le scie chimiche non esistono, sono frutto di paranoia e disinformazione.
E ora dite pure (come è già successo) che io vengo pagato per tacere…




maria heibel il 16/03/09:
Noto il risultato sorprendente di essere arrivata in prima linea nella hitparade dei cosidetti seguaci di teorie di complottasti e cospirazionisti con il timbro della sciachimista. Prima della mia introduzione nel chiedersi “Cosa significano le scie in cielo ” che voleva essere invito alla riflessione e discussione dovuta ad una mia personale preoccupazione di fronte a questo cielo vistosamente cambiato e suppongo inquinato ero una voce totalmente sconosciuta. Nel giro di pochi giorni i meccanismi noti del WEB mi hanno dato un profilo Google del tutto nuovo.
Vorrei tentare di riportare l’argomento delle scie ad un punto dove la loro innocuità viene affrontato in modo meno polemico e noto a tutti. Stranamente questo aspetto è molto trascurato nelle discussioni anche al di là di questo forum.
Preso dal sito http://www.scienzaonline.com proponga l’inserimento nelle riflessioni il seguente articolo.

[metto solo il link, Maria aveva copiaincollato tutto l'articolo: link]

e aggiungo:

Inquinamento aereo: UE chiede sforzi maggiori alle compagnie
[altra copiaincollata integrale. Metto il link]




maria heibel il 16/03/09:
Vorrei riportare le riflessioni ad un livello dove si tiene conto che il traffico aereo è comunque un problema non certo indifferente da inserire nelle problematiche dell’ inquinamento globale.
Velature innocue o acqua evaporato come rilascio non caratterizza di certo quelle cappe nuvolose sopra le nostre teste.
Occuparsi di cose importanti è stato diverse volte l’invito in questo forum. Del problema delle scie si occupano gli istituti di ricerca di tutto il mondo quindi l’argomento non un aspetto trascurabile in quella discussione che annuncia cambiamenti catastrofici delle nostri condizioni di vita.
Una coltre artificiale creata da un consistente traffico aereo dovrebbe essere un tema veramente integrato nel cocktail di cause e concause che ci portano verso sempre maggiori squilibri ambientali. Ma nonostante il quasi quotidiano invito di tenerne conto grazie ai provocatori segnali lasciati davanti a noi non lo è. E perché?




maria heibel il 16/03/09:
Ho maturato in questi giorni tante riflessioni. Chi ha seguito il forum passivamente o attivamente ne ha avuto tante di riflessioni anche lui o lei.
Vorrei chiudere per conto mio questa parentesi e lasciare lo spazio a quello che segue.
Ringrazio ai Verdi e a tutti quelli che hanno dato un contributo ad uno spiccio di mondo che è il nostro cielo e aiutato a focalizzare verità più complesse di quello che sembrano.
Lascio a chi vuole prendersi un momento un saluto attraverso un toscana importato come me - forse un po’ più doc e senz’altro più illustre

http://www.youtube.com/watch?v=rCNJBopK25I&NR=1

Fields of gold……

13 commenti:

  1. Trovo abbastanza irritante l'atteggiamento di questa persona che pensa che la gente sia stupida.
    Ha fatto un articolo di parte, spacciandolo per altro e si lamenta che ci sia gente che la etichetti con le sue convinzioni?
    E' come dire che un verde si deve arrabbiare se gli danno dell'ambientalista?

    Se sostieni la teoria delle scie chimiche, come tale verrai catalogato.. è come un sostenitore della squadra di calcio Internazionale F.C. viene chiamato interista.

    Lo scivolone poi sull'inquinamento degli aerei, come se quello facesse parte di tutta la discussione, è una bellissima arrampicata sugli specchi degna di altre personcine che conosciamo.

    Complimenti ad AcarSterminator per la lungimiranza nel tenere traccia.

    RispondiElimina
  2. Vorrei dire che l'unico commento rimasto è il mio ^^
    Complotto!

    RispondiElimina
  3. Sì, anch'io sono molto contrariato (ma mentirei se dicessi che sono sorpreso) dall'atteggiamento dei verdi. Soprattutto perché ho scritto loro chiedendo spiegazioni, e con la maleducazione che sembra essere diventato il principale modus operandi di qualunque ente, pubblico o privato che sia, non ho avuto alcuna risposta.
    Aver tolto tutti i commenti (inizialmente avevo pensato ad un problema tecnico) mantenendo però l'articolo iniziale (articolo quantomai fazioso e totalmente inconsistente dal punto di vista logico, è un'operazione veramente ipocrita. I commenti infatti avevano ristabilitò un po' d'ordine, facendo sì che la stessa autrice riconsiderasse le sue iniziali accuse e cercasse di riportare il discorso su un piano un po' più sostenibile e meno surreale.
    Adesso invece la situazione è peggiore che all'inizio: non solo il lettore trova un articolo pieno di castronerie di tutti i generi, ma non può neanche replicare.
    Non ho mai avuto molta stima per i verdi (sono troppo ecologista per questo), ma mi illudevo che fossero almeno un po' più trasparenti nei loro comportamenti. Mi ero sbagliato.

    RispondiElimina
  4. Che cosa strana.. se vado io sul sito vedo solo i miei 2 commenti...

    RispondiElimina
  5. Non ho mai avuto molta stima per i verdi (sono troppo ecologista per questo)

    Splendido: condivido al 100%.
    Diedi il mio voto ai verdi l'anno della loro comparsa sul panorama politico.
    Poi, ho capito con chi avevo a che fare.

    Questa vicenda evidenzia bene certi atteggiamenti.
    Un "bravo" di cuore ad Acar e alla sua lungimiranza.

    RispondiElimina
  6. Anche io vedo solo i miei commenti; dev'essere la gestione di un qualche cookie che ha quel sito... mah.

    E' vero che non aver cancellato l'articolo fa pensare male, ma io ho provato a fare delle ricerche col loro motore di ricerca e quell'articolo proprio non salta fuori in nessun modo, articolo fantasma.

    Mi unisco, da difensore dell'ambiente, a chi non ha stima di questi sognatori signor-no.

    RispondiElimina
  7. Per correttezza ho madato una mail ai verditoscana per informarli di questo post.

    RispondiElimina
  8. I verdi avranno anche fatto pulizia, ma la figura di merda ormai è irreparabile.

    Chissà se quella "furbona" ha mai letto la risposta di Pecoraro Scanio (VERDE) alle interrogazioni parlamentari sulle scie cOmiche, se si ha fatto una DOPPIA figura da stupida.

    Credo che quando questi "verdi" spariranno dal mondo politico l'Italie ne guadagrerà tanto

    RispondiElimina
  9. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  10. PS ho visto che non ha messo il link alla risposta di Pecoraro Scanio

    RispondiElimina
  11. Grazie Michele.

    Saluti
    Michele

    RispondiElimina
  12. Qualcuno ha davvero paura che le verità si sappiano.

    RispondiElimina